Il cyberbullismo oggi è una piaga che solo 10/15 anni fa era fantascienza. Lavorando da anni negli istituti scolastici NoveTeatro ha ritenuto che questo fenomeno dirompente dovesse essere affrontato con urgenza, per fornire ai giovani (e anche agli adulti) gli strumenti adatti per formare una coscienza e cultura critica.

E’ nato così il progetto Cyberbullismo, basta un click! che nell’autunno 2015 ha vinto il bando regionale L.R. 14/2008. Il progetto, ideato dal regista Domenico Ammendola, si sviluppa su due fronti: laboratori al mattino per studenti e docenti e serate pubbliche per le famiglie e i genitori, ad integrazione del percorso effettuato coi ragazzi della scuola, alle quali intervengono esperti del settore e personalità importanti come l’onorevole Vanna Iori, sempre in prima linea sul contrasto al cyberbullismo e sulle questioni relative all’educazione.

Nell’anno scolastico 2016/2017 il progetto ha raggiunto la sua seconda edizione.

Con il 2017/2018 NoveTeatro ha aperto la terza edizione di Cyberbullismo, basta un click! avendo vinto nuovamente il bando della Regione Emilia Romagna L.R 14/2008 per interventi a favore dei giovani, preadolescenti e adolescenti.

I laboratori rivolti alle scuole

Le serate pubbliche di approfondimento

NoveTeatro ha pensato ad un evento per le famiglie e i genitori ad integrazione del percorso effettuato coi ragazzi della scuola.

Durante le serata verrà proiettato il corto documentario prodotto assieme ai ragazzi con successivo dibattito e riflessioni sul percorso. A seguire interverrà come ospite principale l’onorevole Vanna Iori (deputato della Repubblica Italiana e docente universitaria della facoltà di Scienze della Formazione dell’Università Cattolica di Milano) che descriverà il panorama italiano sia dal punto di vista scientifico che legislativo e ci aggiornerà sui provvedimenti e disegni di legge in discussione e già approvati da questo governo sul tema del cyberbullismo, portando numeri, statistiche ed esperienze.

Infine il technical manager spiegherà i rischi della rete e come comportarsi di fronte alle richieste dei figli da parte dei genitori, come e dove gli stessi possono aggiornarsi sugli sviluppi informatici di chat e social networks. Al termine si passerà la parola al pubblico per domande e riflessioni.