elisa lolliNata a Carpi (MO) il 01/03/1974, consegue con il massimo dei voti il Diploma Professionale di Attrice presso la Scuola di Teatro “Colli”- Scuola di Teatro dell’Emilia Romagna, di Bologna. Successivamente si laurea in Filosofia, con una tesi in Analisi della Conversazione (votazione 110 e lode), presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Bologna. Durante gli anni di formazione e dopo il diploma, frequenta corsi di scrittura creativa, stages di drammaturgia, regia, movimento e canto tenuti da Mario Liotta, Gregorio Scalise, Mario Perrotta, Dino Desiata, Bogdan Jerkoviich, Tanino De Rosa, Vadim Mitchenkov, Shawna Farrell. Dal 1995 al 2001 lavora come attrice professionista presso alcune Compagnie Teatrali nazionali  (Compagnia Teatro Affabulazione di Ostia- RM; Compagnia Sisina Augusta di Mantova; Compagnia Teatro Nuovo di Verona).

Nel 2000 debutta come interprete e aiuto regista al Festival Internazionale Oriente/ Occidente di Rovereto di Trento con lo spettacolo “AITA”, scritto da Marco Ongaro, per la regia di Paolo Valerio (Teatro Nuovo di Verona).

Nel 2001 fonda con la musicista e videomaker Marcella Menozzi l’Associazione Culturale Aporie e inizia il lavoro di autrice di numerosi spettacoli teatrali, con una vocazione spiccatamente civile, di cui cura anche la regia: “Buenos Aires non finisce mai”, con le musiche originali di Marcella Menozzi e la consulenza drammaturgica di Massimo Carlotto. “I segni sulla pelle”, scritto e ideato insieme a Stefano Tassinari: “La donna che guarda le stelle” (debutto al Festival della Legalità di Ferrara).

Dal 2008 inizia la collaborazione con Arti Vive Habitat di Soliera (Mo), diretto da Stefano Cenci, e prende parte in qualità di coautrice e interprete allo spettacolo “Ofelia 4e48” per la regia di Stefano Cenci (FestivalTeatro di Volterra, 2011) e a “Del Bene, Del Male”, sempre per la regia di Stefano Cenci.

Nel 2012 debutta al Teatro Metastasio di Prato con “Disastri. Di Danijl Charms” per la regia di Alessandrà Aricò, con Stefano Cenci, Riccardo Goretti e Niccolò Belliti (repliche fino al 2016).

Attualmente è in turnèe con “Non chiamarmi Amore- Assolo di Donna”, di cui è autrice, regista e interprete.

Dal 2000 si occupa inoltre di formazione e tiene corsi di teatro, improvvisazione e scrittura per ragazzi e adulti presso le Scuole Primaria e Secondaria e diverse Associazioni ed Enti attivi sul territorio di Modena, Reggio e Parma.

Dal 2016 organizza con le Associazioni AppenaAppena e TeatroalQuadrato di Carpi (Mo), il Festival di teatro all’aperto “Concentrico”. Dal 2017 collabora con NoveTeatro come docente e attrice.