Francesca TagliaviniDi Novellara (RE), nata nel 1984, si laurea in architettura presso il Politecnico di Milano nell’ottobre del 2010. Nel 2009 svolge l’attività di tirocinio presso lo studio di architettura Zvi Hecker di Berlino. Terminati gli studi, decide di dedicarsi interamente al teatro, iscrivendosi al biennio specialistico di Scenografia del Melodramma presso l’Accademia di Belle Arti Bologna.

Nel 2011 collabora all’allestimento di spettacoli progettati e realizzati con i conservatori di Pesaro e Cesena: La serva padrona di G.B. Pergolesi (realizzatrice), Guerre d’amori e d’amori trame dolenti su musiche di C. Monteverdi (costumi), Il matrimonio segreto di D. Cimarosa (realizzatrice ed attrezzista).

Nel 2012 il suo progetto di scena viene selezionato per l’opera Dido and Aeneas, promossa nell’ambito del concorso primo palcoscenico del conservatorio “B. Maderna” di Cesena, realizzato nell’estate dello stesso anno, con debutto a fine Ottobre. Contemporanea è la partecipazione alla realizzazione degli spettacoli: Alexander Nevskji di Pier’Alli, Teatro dell’Opera di Roma, e Don Carlos di A. Ciammarughi (realizzatori Rinaldo Rinaldi e Mariagrazia Cervetti), Teatro Comunale di Modena.

Dal 2013 collabora con Edoardo Sanchi come assistente progettista.

Nell’Ottobre 2014 ha partecipato alla realizzazione ed allestimento della mostra “Grandi cose dovremo fare” a cura di Enrico Ferri e Rinaldo Rinaldi.

Nella primavera 2015 ha curato il layout degli allestimenti delle mostre di Fotografia Europea, presso il Comune di Reggio Emilia, ed ha iniziato la sua collaborazione con Noveteatro come scenografa.